C’è chi ritiene di aver oramai visto tutto di Punta Ala, e forse è così, ma Vi è mai capitato di passare per le inaccessibili sommità delle colline sovrastanti Punta Ala? Da un anno sono stati censiti e tracciati i Sentieri Castiglionesi che comprendono numerosi percorsi, da intraprendere con animo disposto all’avventura e con un minimo di predisposizione alla camminata (hiking). Dall’inizio di via Rio Palma è possibile raggiungere la zona di Cala Galera (n. 402) percorrendo l’antico sentiero dei Cavalleggeri o strada della Dogana, oppure intraprendere il percorso per raggiungere il picco di Poggio Peroni tra i 350 e 400 metri di altezza (n. 403), dove si domina Punta Ala da un lato e la zona delle Rocchette e Castiglione dall’altro, oppure esplorare il “Sentiero dei cacciatori” (n. 406), o il “Sentiero Valdelmelo” (n. 407) o ancora scoprire in loco perché un sentiero è stato chiamato “R4” (n. 405), o infine visitare le rovine dell’antico monastero di Santa Petronilla, nei pressi del “Sentiero della Santa” (n. 404). I percorsi sono molto numerosi e interessanti sia per escursionisti a piedi sia per ciclisti in mountain-bike o e-bike, immersi nella natura della macchia maremmana e con panorami inediti sullo sfondo. Pubblichiamo di seguito la mappa de “I Sentieri Castiglionesi” [DOWNLOAD MAPPA]

Mappa dei sentieri di Punta Ala e di Castiglione della Pescaia
5 pensiero su “I Sentieri Castiglionesi di Punta Ala”
  1. buongiorno
    una cortesia: punta Ala è raggiungibile in bicicletta (gravel o mtb) dalle Rocchette – Castiglione seguendo via delle dogane ? Lo chiedo per pianificare un tour ad anello che faccia Castiglione-Punta Ala – Tirli – Castiglione.
    grazie
    Fabio

  2. Buongiorno,
    in realtà non è ancora stato reso ufficiale il percorso da Castiglione a Punta Ala passando per via della Dogana dalle Rocchette. Il sentiero insiste accanto ad una proprietà. potrebbe trovare il cancello di accesso chiuso. Un cordiale saluto

  3. È un vero peccato che via Rio Palma sia esclusa da un uso pubblico. Non so quando sia stata chiusa, ma fino ad un certo punto è chiaramente stata una strada di collegamento, come sarebbe tutt’oggi se non vi fosse stato posto (arbitrariamente???) un cancello e recinto. Strano che il Comune, o altri Enti non cerchino una soluzione, visto anche l’interesse dell’area per un turismo di tipo escursionistico o cicloescursionistico. Non fosse per quell’ostacolo si potrebbe, con un certo allenamento, arrivare su piste ciclabili e sentieri in bici da Piombino ad Alberese, forse oltre…

  4. Gent. Sign. Fabio,
    in realtà le segnaliamo che è possibile accedere alla via di Rio Palma, a piedi o in bicicletta, per escursioni fino almeno a Torre di Cala Galera, nelle vicinanze delle Rocchette. La strada, parte dell’antica Via dei Cavalleggeri o della Dogana, è parte di un progetto di riqualificazione di percorso ciclopedonale che dalla Liguria proseguirà verso Roma e oltre. Il Comune di Castiglione della Pescaia da alcuni anni ne sta promuovendo l’istituzione.

  5. Va inoltre considerato che in quel tratto chiuso da privati sono compresi vari accessi al mare, spero che con la Ciclovia Tirrenica si renda fruibile anche la costa, così come previsto dal Codice Marittimo.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *